Seguici su youtube Facebook Seguici su twitter


Albo pretorio on line


Amministrazione trasparente


Città che legge


Albo pretorio on line


Albo pretorio on line


Albo pretorio on line


Albo pretorio on line


Sei in Home Page / In Evidenza / Notizie  / Imposta-municipale-propria-IMU-2018

Imposta municipale propria IMU 2018 del 14/05/2018

 

                  Scadenza versamento in acconto (16/06/2018)


 

AVVISO

COMUNE di CAGNANO VARANO Settore II°

IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) 2018 COMPONENTI IMU - TASI RATA ACCONTO

SI INFORMA

che entro il 16 giugno 2018 deve essere effettuato il versamento della prima rata di acconto delle componenti IMU e TASI, dovuta per l'anno 2018, sulla base delle aliquote e detrazioni stabilite con delibere di C.C. n. 09 del 20 aprile 2017 e n. 05 del 30 aprile 2018

Soggetti passivi IMU: Sono tenuti al pagamento dell''imposta tutti i possessori di immobili siti sul territorio comunale. Sono soggetti passivi il proprietario o il soggetto titolare del diritto di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi o superficie sull’immobile. Nel caso di leasing, soggetto passivo è il locatario, dalla data di stipula del contratto e per tutta la durata. Nel caso di concessioni di aree demaniali, soggetto passivo è il concessionario.

Base imponibile IMU / TASI:

Fabbricati iscritti in catasto: rendita catastale, vigente al 1° gennaio dell'anno d’imposizione, rivalutata del 5%, con applicati i seguenti moltiplicatori, diversi a seconda della categoria catastale del fabbricato:

Cat. A (no A/10)

160



 

Cat. A/10

SO



 

Cat. B

140



 

Cat. C/l

55

Cat, C/2-C/6-C/7

160



 

Cat. C/3-C/4-C/5

140



 

Cat. D (no D/5)

65



 

Cat. D/5

80



 

Valore imponibile IMU/TASI:

 

·         Fabbricati di categoria D non iscritti in catasto, interamente appartenenti ad imprese, distintamente contabilizzati: valore contabile, calcolato secondo le modalità dettate dall’art. 5, comma 3, del D.Lgs. 504/92;

 

·        Aree fabbricabili, valore venale in comune commercio al 1° gennaio dell’anno di imposizione (art. 5, c. 5, D.Lgs. 504/92).

Fattispecie

Aliquote 2017

Aliquote 2018

Aliquota Quota Comune

Cod. Trib. Comune

Aliquota Quota Stato

Cod. Trib. Stato

1)

Fabbricati classificati nelle categorie gruppo D (Escluso D/10)

9,60%..

9,60 %»

2,00%..

3930

7,60%..

392S

2)

Fabbricati classificati nelle categorie A/10, gruppo B, C/1,C/3,C4,C5

9,60%..

9,60 %»

9,60 %»

3918



 



 

3)

Aree Edificabili

9,60%..

9,60 %»



 

3916



 



 

4)

Altri fabbricati classificati nelle categorie A (escluso AIO), C2, C6 e C7.

9,60%..

9,60 %»

9,60 %»

3918



 



 

5)

Abitazione principale (A3, A8, A9) e pertinenze dei soggetti residenti

4,00%..

4,00%..

4,00%..

3912



 



 

6)

Abitazione principale (escluso Al, A3, A9) e pertinenze dei soggetti residenti

ESENTI

7)

Fabbricati rurali ad uso strumentale (D/10)

ESENTI

S)

Fabbricati rurali ad uso strumentale (cat. A, C/2, C/6, CY7) con annotazione in catasto.

ESENTI

9)

Terreni Agricoli

ESENTI



 

Pertinenze: Unità immobiliari esclusivamente classificate nelle categorie catastali C/2-C/6-C/7, nel limite massimo di una unità per ciascuna delle categorie indicate.

Detrazione abitazione principale: Euro 200,00, da rapportare al periodo dell’anno durante di destinazione e da suddividere in parti uguali tra i soggetti passivi occupanti.

Residenti all’estero NON pensionati: Si applica l’aliquota di cui al punto 4) della tabella pari al 9,60 per mille, (oltre T 1 per mille di TA S I ).

Sono altresì esenti:

a) le unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari;

b)  i fabbricati di civile abitazione destinati ad alloggi sociali;

c)  l’unico immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, posseduto, e non concesso in locazione, dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze armate e alle Forze di polizia ad ordinamento militare e da quello dipendente delle Forze di polizia ad ordinamento civile, nonché dal personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, e, fatto salvo quanto previsto dall'articolo 28, comma 1, del decreto legislativo 19 maggio 2000, n. 139, dal personale appartenente alla carriera prefettizia, per il quale non sono richieste le condizioni della dimora abituale e della residenza anagrafica.

d) Beni merce: Sono esenti dall’IMU i fabbricati costruiti e destinati dall'impresa costruttrice alla vendita, fintanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati (Pagano la T.A.S.I.).

e) I residenti all’estero, iscritti all’AIRE., già pensionati nei rispettivi paesi di residenza per una sola unità immobiliare. TASI ridotta di due terzi.

Riduzione 50 % IMU / TASI: Comodato d’uso gratuito a parenti in linea retta entro il primo grado che utilizzano le unità come abitazione principale. Si deve essere proprietari di un solo immobile, oppure di 2 immobili, gli immobili devono essere ubicati nello stesso comune e uno dei due deve essere l’abitazione principale del proprietario. Contratto comodato registrato. Soggetti passivi TASI.: Il presupposto impositivo della TASI è il possesso o la detenzione/occupazione, a qualsiasi titolo, di fabbricati, ivi compresa l'abitazione principale di cui (punto 5) della precedente tabella-), e di aree edificagli, come definiti ai sensi dell’imposta municipale propria, ad eccezione, in ogni caso, dei terreni agricoli.

Obbligazione tributaria: In caso di seconde case date in locazione ed utilizzate dagli inquilini residenti come abitazione principale, questi ultimi sono tenuti al pagamento della TASI nella misura del 10%. In caso di locazioni ad uso diverso, il tributo è dovuto in misura del 10% dall’utilizzatore e del 90% dal possessore, secondo quanto previsto dall’art. 2 del Regolamento Comunale I.U.C.

Aliquote TASI 2018 : Si applicano le aliquote stabilite con deliberazione di Consiglio Comunale n. 05 del 30.04.2018:

Tipologia di Immobile

Aliquota

Detrazioni

Codici Tributo

Abitazione principale

(escluso A/1, A/8, A/9) + 1 pertinenza C/2, C/6, C/7 (ivi comprese le assimilazioni)

ESENTI

===

====

Abitazione principale di pregio

1,00 %%


 

3958

(A/1, A/8, A/9) + 1 pertinenza C/2, C/6 o C/7


 

Fabbricati rurali ad uso strumentale

1,00 %


 

3959

di cui all' art. 13, c.1, del D.L. 201/2011


 

Aree edificabili

1,00 %

===

3960

Altri fabbricati

1,00 %

===

3961


Il contribuente provvede al calcolo della IMU / TASI in ‘''autoliquidazione”.

>  Calcolo on-line e stampa F24: Sul sito istituzionale dell'Ente www.cagnanovarano.gov.it (Leggi pagina dedicata Manifesto IMU 2018).

>  Pagamento: Il versamento dell’imposta deve eseguirsi esclusivamente a mezzo modello F24 (sezione IMU e altri tributi locali). Scadenza 16 giugno 2018.

>  Il codice comune da indicare è B357.

>  L’importo da versare deve essere arrotondato all’euro inferiore o superiore. L’imposta non é dovuta se I importo per I intero anno è inferiore ad Euro 3,00 per la TASI e Euro 12,00 per l'IMU.

>  Dichiarazione IMU / TASI: La dichiarazione va presentata al Comune in cui sono ubicati gli immobili entro il 30 Giugno dell'anno successivo quello in cui ha avuto inizio il possesso degli immobili o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell'imposta.

>  Informazioni: Consultare il sito web www.comunecagnanovarano.gov.it, oppure telefonare ai numeri 0884/854284.


 

Resta ferma la facoltà del contribuente di provvedere, entro il 16 giugno, al versamento dell'imposta complessivamente dovuta per l’anno in corso. In tale ultima ipotesi il contribuente dovrà verificare, entro il termine previsto per il versamento del 2° acconto) se eventualmente il Comune ha proceduto a variazioni di aliquote o di norme regolamentari onde effettuare il versamento della differenza dovuta. Ad oggi le aliquote in vigore sono quelle valide per l’anno 2014 adottate con delibera consiliare n. 23 del 29.09.2014.

Per quanto riguarda le norme regolamentari si fa riferimento al Regolamento IMU approvato con atto consiliare n. 16 del 29.10.2012 nonché alle norme del Regolamento IUC approvato con atto consiliare n. 21 del 29.09.2014. Tali regolamenti sonno reperibili sul sito istituzionale dell’Ente.

Chi versa dopo tale data è soggetto a sanzione. In tal caso potrà utilizzare l’istituto del “ravvedimento operoso”.

Chi deve pagare

Devono pagare l’IMU:

·         i proprietari ovvero i titolari di diritti reali di godimento (usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie) di fabbricati, aree fabbricabili e terreni situati nel territorio comunale. Se si possiedono immobili in più comuni, occorre effettuare versamenti distinti per ogni comune;

·         i locatari finanziari in caso di leasing;

·         i concessionari di aree demaniali;

·         l’amministratore per gli immobili in multiproprietà.

·         Per i cittadini italiani residenti all’estero (AIRE) “…A partire dall’anno 2016 è considerata adibita direttamente ad abitazione principale una ed una sola unità immobiliare posseduta dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato ed iscritti all’Anagrafe degli italiani residenti all’Estero (AIRE), già pensionati nei rispettivi Paesi di residenza, a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata o data in comodato d’uso”. In pratica deve trattarsi di pensionato residente all’estero. Per fruire del beneficio occorre presentare all’Ufficio Tributi del Comune apposito modello di denuncia allegando documento di riconoscimento e prova dimostrativa del possesso di pensione.

Nuovo regime per i terreni agricoli

A partire dal 2016 sono esonerati dal pagamento dell’IMU2:

·         i terreni agricoli, e quelli non coltivati, ubicati nei comuni classificati totalmente montani di cui all'elenco dei comuni italiani predisposto dall'Istituto nazionale di statistica (ISTAT);

·         ….. omissis…………..

- I contribuenti che relativamente all’anno 2014 hanno effettuato il versamento dell’IMU per i terreni agricoli sono invitati a presentare istanza di rimborso presso l’Ufficio Tributi del comune.

Come pagare

Il versamento dell’imposta può essere effettuato indicando il codice catastale del Comune (B357):

·         mediante modello F24 presso le banche o gli uffici postali;

·         mediante versamento su CCP n. 1008857615, unico in tutta Italia, riportante la dicitura: PAGAMENTO IMU.

·         Per i residenti all’estero che non possono utilizzare il Mod. F24 sarà possibile effettuare il versamento dell’IMU dovuta al comune tramite bonifico bancario intestato al Comune di Cagnano Varano utilizzando il seguente codice IBAN: BPMIITM1266IT93D0558478310000000090001

·         Informazioni

Per ulteriori informazioni si prega di contattare l’Ufficio Tributi del Comune ovvero consultare il sito www.cagnanovarano.gov.it sul quale, come per i decorsi anni, è già presente un software per il calcolo dell’imposta nonché stampa del Mod. F24.

N.B. L’acconto è calcolato tenendo conto delle aliquote e norme regolamentari in vigore per l’anno 2014. Le stesse potranno subire variazioni ad opera del consiglio Comunale entro i termini previsti dalle normative in vigore.

Cagnano Varano, 14.05.2018 

Il Funzionario Responsabile

Rag. Aldo Curatolo

 1 Si veda la delibera di Consiglio comunale n. 23 del 29.09.2014 con la quale sono state approvate le aliquote e detrazioni per l’anno 2014.

 2 Si veda il decreto legge n. 4/2015, conv. in legge n. 34/2015


 Informativa: 
E’ presente sul sito www.cagnanovarano.gov.it il software per il calcolo dell’IMU e la compilazione del mod. F24 con istruzioni per il calcolo ed i versamenti. 
Prima di effettuare il calcolo dell’imposta si consiglia di leggere attentamente il regolamento comunale IMU e le allegate circolari. 
Per maggiori informazioni: Comune di Cagnano Varano - Ufficio Tributi - Via Aldo Moro, 1 
E-mail: tributi@cagnanovarano.gov.it 
Tel. 0884853281Int. 2 - 0884854284 Int. 2 – sito internet: www.cagnanovarano.gov.it

 

 

 

 





Ultimo aggiornamento 14/05/2018

 

Comune di Cagnano Varano
Via Aldo Moro 1 - 71010 - Cagnano Varano(FG) C.F. 84000390710  P.I. 00431950716
Centralino telefonico: 0884853281 - 0884854284 Sindaco: 08848463 Polizia municipale: 08848477
I Contenuti pubblicati sono di proprietà del Comune di Cagnano Varano, è vietata la riproduzione anche parziale.
Copyright © 2019 - Per l'utilizzo dei contenuti richiedere espressamente autorizzazione al Comune.


Chiudi finestra