Sito istituzionale del Comune di Cagnano Varano
Sei in Home Page
Centralino telefonico: 0884853281 - 0884854284 Sindaco: 08848463 Polizia municipale: 08848477
Amministrazione
La Giunta
 
I Consiglieri
 
Il Sindaco
 
Atti e documenti
Regolamenti
 
Statuto comunale
 
Delibere di Giunta
 
Delibere del Consiglio Comunale
 
Settore
Affari generali
 
Finanziario e Tributi
 
Tecnico
 
Polizia Municipale
 
Area Riservata
Accesso area riservata
 
Trasparenza valutazione e merito
Locazioni passive
 
Amministrazione "aperta" (art. 18 del DL 83/2012)
 
Albo Pretorio on line
 
Incarichi conferiti dal Comune
 
Elenco siti tematici
 
Personale dirigente
 
Spese di rappresentanza
 
Personale non dirigente
 
Note legali
 
Privacy
 
Sistema Informativo Territoriale -SIT
Cartografia e Sistema Informativo     Territoriale
 
Carta Idrogeomorfologica della     Regione Puglia
 
Piano comunale di protezione civile
 
Amministrazione trasparente
Altri contenuti
 
Altri contenuti - corruzione
 
Attività e procedimenti
 
Bandi di concorso
 
Bandi di gara e contratti
 
Beni immobili e gestione patrimonio
 
Bilanci
 
Consulenti e collaboratori
 
Controlli e rilievi sull'amministrazione
 
Controlli sulle imprese
 
Disposizioni generali
 
Enti controllati
 
Informazioni ambientali
 
Interventi straordinari e di emergenza
 
Opere pubbliche
 
Organizzazione
 
Pagamenti dell'amministrazione
 
Performance
 
Personale
 
Pianificazione e governo del territorio
 
Provvedimenti
 
Servizi erogati
 
Sovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi economici
 
PRIMO PIANO

APPROVAZIONE DELL'AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI ACCESSO ALL'ASSEGNO DI CURA E INDIRIZZI ALLE ASL PER L'ISTRUTTORIA DELLE STESSE AI FINI DELL'AMMISSIONE A BENEFICIO. Ritorna....
Data pubblicazione: venerdì 4 agosto 2017
Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 92 del 3-8-2017 - Approvazione dell'Avviso pubblico per la presentazione delle domande di accesso all'Assegno di cura e indirizzi alle ASL per l'istruttoria delle stesse ai fini dell'ammissione a beneficio....


DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SEZIONE INCLUSIONE SOCIALE ATTIVA E INNOVAZIONE DELLE RETI SOCIALI 17 luglio 2017, n. 502

Del. G.R. n. 1152 del l'11 luglio 2017. Approvazione deM'Avviso pubblico per la presentazione delle doman­de di accesso all'Assegno di cura e indirizzi alle ASL per l'istruttoria delle stesse ai fini dell'ammissione a beneficio.

LA DIRIGENTE DI SEZIONE

•    Visti gli articoli 4 e 5 della L.R. n. 7/1997;

•    Vista la Deliberazione G.R. n. 3261 del 28/7/1998;

•    Visti gli artt. 4 e 16 del D. Lgs. 165/2001;

•    Visto l'art. 32 della legge 18 giugno 2009, n. 69, che prevede l'obbligo di sostituire la pubblicazione tradizio­nale all'Albo ufficiale con la pubblicazione di documenti digitali sui siti informatici;

•    Visto l'art. 18 del D. Lgs 196/03 "Codice in materia di protezione dei dati personali" in merito ai Principi applicabili ai trattamenti effettuati dai soggetti pubblici;

•    Visto il D.Lgs n. 118/2011 e ss.mm.ii;

•    Vista la I.r. n. 41/2016 di approvazione del Bilancio di previsione 2017 e pluriennale 2017-2019;

•    Vista la Del. G.R. n. 16/2017 di approvazione del documento tecnico di accompagnamento e del Bilancio finanziario gestionale;

•    Richiamato il DPGR n. 443 del 31 luglio 2015 pubblicato sul BURP n. 109 del 3 agosto 2015, che approva l'Atto di Alta organizzazione connesso alla adozione del modello organizzativo denominato "Modello Ambi­destro per l'Innovazione della macchina Amministrativa regionale - MAIA;

•    Richiamato l'Atto Dirigenziale n. 87 dell'11 aprile 2016 di riorganizzazione interna al Servizio Programmazio­ne Sociale e Integrazione Sociosanitaria — oggi Sezione- ad integrazione dell'A.D. 39 del 26 febbraio 2014;

•    Richiamata la Del. G.R. n. 458 dell'8 aprile 2016 con la quale la Giunta regionale ha approvato, in attuazio­ne dell'articolo 19 del Decreto del Presidente della Giunta regionale 31 luglio 2015, n.443, l'allegato A alla predetta deliberazione denominato "Definizioni delle Sezioni di Dipartimento e delle relative funzioni" e l'allegato B "Collocazione provvisoria dei Servizi regionali alle dipendenze delle strutture di nuova istituzio­ne";

•     Richiamata la Del. G.R. n. 1176 del 29 luglio 2016 con il quale la Giunta Regionale ha conferito l'incarico di dirigente della Sezione Inclusione Sociale attiva e Innovazione Reti Sociali, istituita con la citata Del. G. R. n. 458/2016;

•    Richiamato l'Atto dirigenziale n. 16 del 31 marzo 2017 con cui il Direttore del Dipartimento Risorse umane, finanziarie e strumentali, Personale e organizzazione, ha conferito gli incarichi di Direzione dei Servizi, sen­tito il Coordinamento dei direttori di Dipartimento;

•    Richiamato l'Atto Dirigenziale n. 260 del 5 aprile 2017 di approvazione dell'atto di organizzazione interna alla Sezione Inclusione Sociale attiva e Innovazione reti sociali alla luce della declaratoria delle funzioni già approvata con Del. G.R. n. 458/2016, nonché considerando il personale in servizio alla data del 1° aprile 2017 presso la medesima Sezione;

•    Sulla base dell'istruttoria espletata dal funzionario istruttore, responsabile del procedimento amministrati­vo, dalla quale emerge quanto segue.

PRESO ATTO dell'accordo raggiunto in sede di Conferenza Unificata in data 3 agosto 2016, ai sensi dell'art.3, del soprarichiamato Decreto Interministeriale di riparto del Fondo Nazionale delle Non Autosufficienze, annualità 2016, le Regioni assegnatarie del FNA 2016 devono utilizzare le suddette risorse prioritariamente, e comunque in maniera esclusiva per una quota non inferiore al 40%, per interventi a favore di persone in condizione di disabilità gravissima, ivi inclusi quelli a sostegno delle persone affette da sclerosi laterale amiotrofica, secondo la classificazione di cui al comma 2 dell'articolo 3, lettere da a) a i).

PRESO ATTO degli esiti dei confronti con tutte le Associazioni Regionali per le Disabilità più rappresentative che compongono il Tavolo Regionale per la Disabilità, come riportato nella "Sintesi dei lavori della riunione del 6 luglio 2017", come notificata a mezzo mail a tutti i rappresentanti designati delle stesse associazioni in data 11 luglio 2017.

PRESO ATTO degli esiti del confronto con i responsabili amministrativi di tutte le ASL del SSR pugliese in merito alle modalità attuative dell'Assegno di cura con riferimento all'iter istruttorio e alle funzionalità delle UVM per l'accertamento della gravissima disabilità e non autosufficienza.

CONSIDERATO CHE:

-     con Del. G.R. n. 1663/2016 la Giunta Regionale ha provveduto ad approvare, nelle more della definizione e approvazione del Piano Nazionale per la non autosufficienza, di cui all'art. 7 dello stesso Decreto FNA 2016, un piano attuativo regionale a valere sulle risorse FNA 2016 di competenza;

-     con Del. G.R. n. 1152/2017 la Giunta Regionale ha provveduto a revocare gli effetti del precedente prov­vedimento di indirizzo, approvato con Del. G.R. n. 2530/2013 e dei precedenti provvedimenti a ogni titolo adottati per la disciplina dell'Assegno di cura in favore dei pazienti affetti da SLA, SMA e patologie affini, con­fermandone gli effetti fino alla data di entrata in vigore della presente deliberazione (pubblicata sul BURP in data 14 luglio 2017);

-     con la medesima Del. G.R. n. 1152/2017 la Giunta Regionale ha provveduto ad approvare indirizzi puntuali per l'implementazione della nuova misura di Assegno di cura introdotta in Puglia a partire dal luglio 2017, in attuazione delle prescrizioni di cui al Decreto FNA 2016 del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali e del Ministero della Salute, disponendo più specificamente:

a.     di approvare l'introduzione nel quadro regionale delle politiche per la non autosufficienza la misura de­

nominata "Assegno di cura" per disabili gravissimi o in condizione di gravissima non autosufficienza, che si configura come trasferimento economico incondizionato, e non soggetto a rendicontazione analitica da parte dei nuclei familiari degli utenti beneficiari;

b.     di approvare l'Allegato A alla stessa DGR n. 1152/2017, che riporta gli indirizzi per la disciplina del nuovo Assegno di cura, che entra in vigore dalla data di pubblicazione della presente deliberazione;

c.     di demandare alla Sezione Inclusione Sociale attiva e Innovazione Reti sociali la approvazione di apposito Avviso pubblico per la presentazione e la selezione delle domande di concessione dell'Assegno di cura, nonchè la connessa progettazione e attivazione di apposita sezione telematica della piattaforma www. sistema.puglia.it e il coordinamento delle strutture amministrative delle ASL pugliesi, che saranno indi­viduate per la gestione amministrativa e contabile della misura;

d.     di approvare che le ASL dispongano con decorrenza immediata in tutti i Distretti sociosanitari affinchè le Unità di Valutazione Multidimensionale operino nel pieno rispetto di quanto disposto con Del. G.R. n. 691/2011 e applichino le scale di valutazione di cui all'Allegato 1 al Decreto FNA 2016, come peraltro già comunicato dalla struttura regionale dal 7 marzo 2017; dette scale non superano bensì integrano ovvero supportano la compilazione della Scheda S.VA.M.A;

e.     di approvare che siano ammissibili al beneficio dell'Assegno di cura, a far data dalla pubblicazione della presente deliberazione sul BURP, le persone in condizione di gravissima disabilità, che rispettino seguen­ti requisiti:

•    beneficiari di indennità di accompagnamento di cui alla I. n. 18/1980 o comunque non autosufficienti ai sensi dell'Allegato 3 del DPCM n. 159/2013 (quarta colonna "Non Autosufficienza" del prospetto in Al1.3)

•    almeno una delle condizioni di non autosufficienza gravissima di cui al comma 2 lett.a), b), c), d), e), f), g), h), i) dell'articolo 3 del Decreto FNA 2016;

f.      di approvare che la disciplina del nuovo Assegno di cura abbia validità e trovi applicazione nella prima annualità, che prende avvio con la pubblicazione della presente deliberazione sul BURP (14 luglio 2017), e con continuità nelle annualità successive, fatto salvo l'intervento di sostanziali modifiche apportate dal Piano Nazionale Non Autosufficienza o da altro provvedimento adottato a livello nazionale;

g.     di determinare che al finanziamento dell'Assegno di Cura per la I annualità, concorrano risorse comples­sive per Euro 30.000.000,00;

h.     di determinare che al finanziamento dell'Assegno di Cura per le annualità successive siano destinate per l'annualità di competenza 2017 le risorse del Fondo Regionale Non Autosufficienza (FRA), di cui al Cap. 785000, in misura non inferiore al 90%, e le risorse del Fondo Nazionale Non Autosufficienza (FNA), in misura non inferiore al 50%, di cui al Cap. 785060.

Tanto premesso e considerato - visti gli esiti dei confronti richiamati in premessa, e considerate le funzionalità informatiche a disposizione del sistema regionale per rendere efficiente e fruibile con semplicità dalle famiglie e dagli operatori l'intera procedura di presentazione delle domande e di istruttoria delle stesse per e pervenire ai provvedimenti di ammissione definitiva del beneficio - si provvede con il presente atto dirigenziale ad approvare l'Avviso pubblico unico regionale per la presentazione delle domande di accesso all'Assegno di cura, come riportato in Allegato A al presente atto, per farne parte integrante e sostanziale, con il relativo format di domanda (all. 1 all'Avviso pubblico) che costituisce il riferimento per l'impostazione delle schermate sull'apposita piattaforma informatica dedicata agli Assegni di cura, realizzata da Innovapuglia SpA, sul portale www.sistema.puglia.it e accessibile direttamente dal link http://www.sistema.puglia.it/portal/page/portal/SolidarietaSociale/ASCURA2017 .

VERIFICA AI SENSI DEL DLGS 196/2003
Garanzie alla riservatezza

La pubblicazione del presente atto all'albo, salve le garanzie previste dalla legge 241/1990 in tema di accesso ai documenti amministrativi, avviene nel rispetto della tutela alla riservatezza dei cittadini, secondo quanto disposto dal d.lgs. 196/2003 in materia di protezione dei dati personali, nonché dal vigente regolamento regionale n.5/2006 per il trattamento dei dati sensibili e giudiziari.

Ai fini della pubblicità legale, il presente atto destinato alla pubblicazione è redatto in modo da evitare la diffusione di dati personali identificativi non necessari ovvero il riferimento a dati sensibili, che, in quanto indispensabili, sono trasferiti in documenti separati, esplicitamente richiamati.

ADEMPIMENTI CONTABILI Al SENSI DELLA L.R. n.28/2001

Il presente provvedimento non comporta alcun mutamento qualitativo e quantitativo di entrata o di spesa a carico del bilancio regionale ed è escluso ogni ulteriore onere aggiuntivo rispetto a quelli già autorizzati a valere sullo stanziamento previsto dal bilancio regionale.

Tutto ciò premesso e considerato,

LA DIRIGENTE RESPONSABILE DELLA SEZIONE
INCLUSIONE SOCIALE ATTIVA E INNOVAZIONE RETI SOCIALI

sulla base delle risultanze istruttorie di cui innanzi;

viste le attestazioni in calce al presente provvedimento;

Per quanto espresso in narrativa e che qui si intende integralmente riportato:

DETERMINA

1.    di prendere atto di quanto espresso in narrativa e che qui s'intende integralmente riportato;

 

2.     di approvare l'Avviso pubblico per la presentazione delle domande e per la concessione del beneficio economico denominato Assegno di cura, come riportato in Allegato A al presente provvedimento, di cui costituisce parte integrante e sostanziale, in attuazione degli indirizzi approvati dalla Giunta Regionale con propria DGR n. 1152/2017;

3.     di stabilire che le ASL pugliesi sono amministrazioni titolari dei procedimenti istruttori e dei dispositivi di pagamento, con lo svolgimento delle attività istruttorie necessarie per la ammissione definitiva al bene­ficio, che svolgono con il supporto della piattaforma informatica dedicata alla gestione dematerializzata della misura;

4.     di stabilire che, ai fini della istanza di ammissione al beneficio economico Assegno di cura, i cittadini aventi i requisiti minimi di accesso dovranno utilizzare il fac-simile sub-allegato e parte integrante dell'Avviso qui approvato;

5.     di stabilire che i termini per la presentazione delle domande per la prima finestra temporale di accesso decorrono dalle ore 12,00 del 1 settembre 2017 e scadono alle ore 12,00 del 2 ottobre 2017 e che le do­mande possano essere compilate ed inviate esclusivamente per il tramite della piattaforma informatica, a pena di esclusione, accessibile direttamente dal link

http://www.sistema.puglia.it/portal/page/portal/SolidarietaSociale/ASCURA2017.

6.     di disporre la tempestiva pubblicazione sul Bollettino Ufficiale di Regione Puglia;

7.     Il provvedimento viene redatto in forma integrale nel rispetto della tutela alla riservatezza dei cittadini, secondo quanto disposto dal Dlgs 196/03 in materia di protezione dei dati personali e ss. mm. e ii.

Il presente provvedimento, redatto in un unico originale, che consta di n.7 facciate oltre l'Allegato A sarà:

•     Trasmesso in copia all'Assessore al Welfare;

•     Trasmesso in copia alla Segreteria Generale della Presidenza;

•     Pubblicato in formato elettronico, sull'Albo telematico, accessibile senza formalità, sul sito internet http:// trasparenza.regione.puglia.it nella sezione "provvedimenti" dalla data di adozione per dieci giorni lavora­tivi consecutivi, ai sensi dell'art. 16, comma 3, del decreto del Presidente della Giunta regionale n.161 del 22/02/2008;

•     Pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia.

La Dirigente

Sezione Inclusione Sociale attiva e Innovazione Reti Sociali

Anna Maria Candela

 

Ritorna....


C.F. 84000390710 Copyright © 2008 - Comune di Cagnano Varano. Tutti i diritti riservati. Home Page
P.I. 00431950716 Powered By DATA SOFT S.N.C. v1.0
I Contenuti pubblicati sono di proprietà del Comune di Cagnano Varano, è vietata la riproduzione anche parziale.
Per l'utilizzo dei contenuti richiedere espressamente autorizzazione al Comune.