Sito istituzionale del Comune di Cagnano Varano
Sei in Home Page
Centralino telefonico: 0884853281 - 0884854284 Sindaco: 08848463 Polizia municipale: 08848477
Amministrazione
La Giunta
 
I Consiglieri
 
Il Sindaco
 
Atti e documenti
Statuto comunale
 
Delibere del Consiglio Comunale
 
Regolamenti
 
Delibere di Giunta
 
Settore
Tecnico Lavori Pubblici
 
Tecnico Urbanistica
 
Economico-finanziario e Personale
 
Amministrativo
 
Polizia municipale ed annona
 
Area Riservata
Accesso area riservata
 
Trasparenza valutazione e merito
Amministrazione "aperta" (art. 18 del DL 83/2012)
 
Personale non dirigente
 
Privacy
 
Note legali
 
Incarichi conferiti dal Comune
 
Elenco siti tematici
 
Albo Pretorio on line
 
Locazioni passive
 
Personale dirigente
 
Spese di rappresentanza
 
URP
 
PagoPA - Sistema di pagamento elettronico
 
Sistema Informativo Territoriale -SIT
Piano comunale di protezione civile
 
Indagine sul benessere organizzativo
 
Carta Idrogeomorfologica della     Regione Puglia
 
Cartografia e Sistema Informativo     Territoriale
 
Amministrazione trasparente
Altri contenuti
 
Altri contenuti - corruzione
 
Attività e procedimenti
 
Bandi di concorso
 
Bandi di gara e contratti
 
Beni immobili e gestione patrimonio
 
Bilanci
 
Consulenti e collaboratori
 
Controlli e rilievi sull'amministrazione
 
Controlli sulle imprese
 
Disposizioni generali
 
Enti controllati
 
Informazioni ambientali
 
Interventi straordinari e di emergenza
 
Opere pubbliche
 
Organizzazione
 
Pagamenti dell'amministrazione
 
Performance
 
Personale
 
Pianificazione e governo del territorio
 
Provvedimenti
 
Servizi erogati
 
Sovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi economici
 
PRIMO PIANO

ELEZIONI POLITICHE 4 MARZO 2018 - INFORMAZIONI PER GLI ELETTORI TEMPORANEAMENTE ALL'ESTERO - VOTO DOMICILIARE. PROCEDURE ESERCIZIO DIRITTO DI VOTO ELETTORI AFFETTI DA INFERMITÀ Ritorna....
Data pubblicazione: martedì 16 gennaio 2018
ELEZIONI POLITICHE 4 marzo 2018 - Informazioni per gli elettori temporaneamente all'estero - Voto domiciliare. Procedure esercizio diritto di voto elettori affetti da infermità che ne rendano impossibile l’allontanamento dall’abitazione...


 

 

 

 

 

 

 

Quando si vota

Con Decreto del Presidente della Repubblica n. 208/2017 è stato disposto lo scioglimento della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica.
Con Decreto del Presidente della Repubblica n. 209/2017, il Consiglio dei Ministri ha fissato la data delle prossime elezioni politiche nazionali. 

Si vota domenica 4 marzo 2018 dalle 7.00 alle 23.00.


Chi può votare 

Possono votare per le elezioni della Camera dei Deputati tutti i cittadini italiani iscritti nelle liste elettorali del Comune italiano di residenza che abbiano compiuto 18 anni entro il 4 marzo 2018 compreso.

Possono votare per le elezioni del Senato della Repubblica tutti i cittadini italiani iscritti nelle liste elettorali del Comune italiano di residenza che abbiano compiuto 25 anni entro il 4 marzo 2018 compreso.


Quali documenti occorre presentare

Per poter votare è necessario presentare la tessera elettorale ed un documento d’identità, anche scaduto, purchè risulti regolare sotto ogni altro aspetto e assicuri la precisa identificazione dell'elettore.

I documenti di identità per l'ammissione al voto sono: 
- carta d'identità 
- passaporto 
- patente 
- libretto di pensione 
- porto d'armi 
- tessere di riconoscimento, purché munite di fotografia e di timbro o di altra segnatura equivalente, rilasciate da un'Amministrazione dello Stato 
- tessere di riconoscimento purchè munite di fotografia rilasciate da ordini professionali o dall'Unione nazionale ufficiali in congedo d'Italia convalidata da un Comando militare


Tessera elettorale

 

In caso di smarrimento o deterioramento della tessera o in caso in cui  la tessera elettorale non abbia più spazi vuoti utilizzabili, il cittadino puo' richiedere personalmente una nuova tessera presso l'Ufficio elettorale presentando la dichiarazione di smarrimento della tessera elettorale e l'eventuale delega al ritiro del duplicato. Il servizio è gratuito. 


 
Dove si vota 

Si vota nel seggio indicato nella tessera elettorale, della sezione di appartenenza dell’elettore.


 

Elettori residenti all'estero

 

Come previsto dalla legge 27 dicembre 2001, n. 459 e dal DPR 2 aprile 2003, n. 104, sono possibili le modalità di voto per corrispondenza degli elettori residenti all’estero. Tale normativa, contempla anche la possibilità dei medesimi elettori di optare per il voto in Italia, in favore di candidati della circoscrizione nella quale è ricompreso il proprio Comune di iscrizione nelle liste elettorali.

L’elettore può dunque optare per il voto in Italia e tale diritto dovrà essere esercitato entro il decimo giorno successivo all’indizione delle elezioni e cioè entro lunedì 8 gennaio 2018. Il modello dovrà pervenire all’Ufficio consolare operante nella circoscrizione di residenza per posta o mediante consegna a mano entro il termine prescritto. 


Elettori temporaneamente all'estero

 

Come previsto dalla legge 459 del 27 dicembre 2001, comma 1 dell’art. 4-bis, gli elettori italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano temporaneamente all’estero per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento delle elezioni, nonché i familiari con loro conviventi, possono partecipare al voto per corrispondenza organizzato dagli uffici consolari italiani, ricevendo la scheda al loro indirizzo all’estero.
 

Per partecipare al voto all’estero, tali elettori devono – entro il 31 gennaio 2018 - far pervenire al Comune d’iscrizione nelle liste elettorali un’apposita opzione. E’ possibile la revoca della stessa opzione entro lo stesso termine. Si ricorda che l’opzione è valida solo per le votazioni del 4 marzo 2018.
 

Il modello può essere trasmesso:

La dichiarazione di opzione, redatta su carta libera e obbligatoriamente corredata di copia di documento d’identità valido dell’elettore, deve contenere l’indirizzo postale estero cui va inviato il plico elettorale, l’indicazione dell’Ufficio consolare competente per territorio e una dichiarazione attestante il possesso dei requisiti per l’ammissione al voto per corrispondenza (vale a dire che ci si trova - per motivi di lavoro, studio o cure mediche - in un Paese estero in cui non si è anagraficamente residenti per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento delle consultazioni; oppure, che si è familiare convivente di un cittadino che si trova nelle predette condizioni).

Voto a domicilio

Gli elettori affetti da grave infermità  che ne rendono impossibile l'allontanamento dalla propria abitazione possono essere ammessi al voto domiciliare. Per avvalersi del diritto di voto a domicilio, gli elettori devono far pervenire al Sindaco del Comune di iscrizione nelle liste elettorali, tra il quarantesimo ed il ventesimo giorno antecedente la data di votazione, una dichiarazione in carta libera attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano (art. 1 del D.L. 3 gennaio 2006 n. 1  convertito, con modificazioni, dalla  L.  27 gennaio 2006 n. 22 come modificato dalla legge 7 maggio 2009 n. 46). 

 
Possono richiedere l’esercizio del diritto di voto a domicilio gli elettori:
 
1-  affetti da gravissime infermità tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile anche con l’ausilio dei servizi di cui all’art. 29 legge n. 104/1992 - trasporto pubblico per disabili organizzato dal comune;
 
2 - affetti da grave infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l’allontanamento dall'abitazione.
 
La sussistenza dei requisiti deve essere accertata dal funzionario medico designato dall’A.U.S.L., con certificato in data non anteriore al quarantacinquesimo giorno antecedente la data della votazione, che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità di cui al punto 1, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali di cui al punto 2.
 
Per le ELEZIONI POLITICHE 2018 del prossimo 4 marzo, le richieste di esercizio di voto domiciliare dovranno pervenire al comune a partire da martedì 23 gennaio 2018 e fino al 12 febbraio 2018.  La certificazione medica da allegare alla richiesta non deve avere data anteriore all’ 08/01/2018 e deve attestare la sussistenza di gravi infermità con prognosi di almeno 60 giorni decorrenti dalla data del rilascio, o la dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.
 
Nella sezione download è possibile scaricare i modelli di richiesta.
Ritorna....


C.F. 84000390710 Copyright © 2008 - Comune di Cagnano Varano. Tutti i diritti riservati. Home Page
P.I. 00431950716 Powered By DATA SOFT S.N.C. v1.0
I Contenuti pubblicati sono di proprietà del Comune di Cagnano Varano, è vietata la riproduzione anche parziale.
Per l'utilizzo dei contenuti richiedere espressamente autorizzazione al Comune.